Il gioiello "scomposto" per DcomeDesign

2021

Convivialità, il piacere di stare insieme agli altri, sono tratti caratterizzanti noi italiani, valori che si concretizzano in modo naturale nel cibo.
In particolare, nell’Italia del Sud con l’arrivo del primo tepore primaverile e per tutta la bella stagione, è usanza fare scampagnate, picnic, o semplicemente sedersi su un muretto e ricreare il rito dello “stare insieme. E poiché il parlare ben si sposa con il mangiare, il cibo è un gesto di unione e di intima partecipazione.

“MÒ”, espressione calabrese che significa “adesso, facciamolo ora” è l’esortazione a cogliere l’attimo presente, a godersi un momento di condivisione.
Il carpe diem della convivialità che si materializza in una collana doppio verso (petto e schiena) che narra di Calabria, di folclore, di centri storici animati dal rituale del sedersi davanti la porta di casa e chiacchierare con il vicinato, offrire il caffè, godersi il momento presente.
In una società che corre, il fermarsi è un dono. MÒ è una collana che può con semplicità trasformarsi in un set da picnic per due ricreando la magia dello stare insieme, in qualunque luogo ed in qualsiasi momento.

Le spallette, di ginestra lavorata al telaio, divengono tovaglioli, i ciondoli posate, i medaglioni piattini.
Una mesa en place esaustiva e giocosa come la condivisione e lo stare insieme.
Un racconto che rivive attraverso l’elaborazione di gestualità ed immaginari della tradizione calabra, con l’intento di narrarli e tramandarli.

Dimensione elementi: lunghezza 55 cm 

Materiale: pasta polimerica, stoffa, cotone

Photo: Alessio Tamborini

FuoriSalone 2022

Mò è esposta nella mostra "What about Me? Il gioiello "scomposto" presso Casa Museo Boschi di Stefano in occasione del FuoriSalone 2022, evento a cura di Anty Pansera.