Innesti

2020

Innesti nasce da una riflessione durante il primo lockdown, quando il mondo, impreparato all'arresto, si trovò di fronte a una nuova quotidianità fatta di nuovi micro equilibri. 

"Bisogna trovare nuove modalità di vivere di questi tempi. Occorre sforzarsi di uscire da quelle forse sbagliate tendenze a non vivere, rifugiarsi in impegni, corse, nel futile.

Innestare nuovi "me" e nuovi "noi" come in agraria, quando una pianta viziosa viene corretta con un innesto. E' primavera, è nuovi Innesti".

Materiali: ramo reciso di pesco in fiore e margherita africana